© Chiara La Ferlita

Meccaniche del Silenzio | Frammenti Umani nel Progetto Olocausto

Il Politecnico di Milano, in collaborazione con il Teatro Piccolo di Milano , ha inviato agli studenti dell’ateneo un invito a creare uno spettacolo per ricordare le vittime dell’olocausto. Sedici studenti provenienti dai vari settori di architettura, design e ingegneria si sono ritrovati, accumunati dalla volontà di riflettere sul concetto di memoria in generale e sui fatti traumatici della seconda guerra mondiale in particolare. Il regista Marco Rampoldi, con la collaborazione di Paola Ornati, ha stimolato gli studenti a ricercare qualcosa che secondo loro non poteva essere dimenticato. Testi letterari, testi scientifici, confessioni e rapporti di carnefici nazisti, canzoni, memento sonori, foto e illustrazioni sono alcuni dei materiali raccolti che hanno costituito la base su cui creare la drammaturgia dello spettacolo. A partire da ognuno di essi sono stati sviluppati dialoghi, performance mute, composizioni di suoni e sequenze di gesti e movimenti. Il lavoro si è poi focalizzato sul progetto degli spazi e sul lavoro di regia, al fine di legare tra loro i singoli frammenti.

Per ulteriori informazioni selezionare le singole immagini

The university of Politecnico di Milano, in collaboration with Teatro Piccolo di Milano, invited its students to join and create a performance whose aim was to honour and remember the victims of the holocaust.  Sixteen students coming from the various faculties of the university - architecture, design and engineering - met and shared the will of pondering on the concept of memory in general and on the traumatic events of the Second World War in particular. The director Marco Rampoldi, in collaboration with Paola Ornati, stimulated the students of the workshop to seek for something that according to their opinion could not be forgotten. Narrative texts, scientific texts, confessions and reports of the nazy, songs, sonic mementos, photos and illustrations are some of the materials that were collected. They then constituted the foundations on which to build the dramaturgy of the performance. In this respect, dialogues and mute performances were produced along with sequences of gestures and movements, and compositions of sounds. The work also focused on the layout of the spaces and on the opportunities to bind all the performances.

For more information click on each image

CONCEPT

SET

LIGHTING

VIDEO

SOUND

DIRECTING

ACTING

Ideato ed eseguito da
Conceived and performed by
Studenti del Politecnico
Politecnico’s students

Delphine Aboohi, Ruben Bosetti,

Marta Elisa Cecchi, Matteo Ciccioli, Roberto Di Molfetta, Alessio Gigante, Chiara La Ferlita, Lorena Mastropasqua, Francesca Minelli, Ivaylo Nachev,

Alfonso Nardi, Wilson Quispe, Mattia Rossi, Paolo Rumi, Beatrice Spada, Chiara Vitali.

Politecnico di Milano &
Piccolo Teatro Milano

Laboratorio con il regista teatrale

Workshop with theatre director
Marco Rampoldi

collaboratrice/collaborator Paola Ornati